Crea sito

Caffè alla napoletana, consigli per preparare ‘O Cafè perfetto

0

Quando si parla di caffè è facile pensare a Napoli ed ai napoletani. Tutti sanno che il caffè napoletano è il migliore al mondo e nessuno lo sa fare come lo fanno a Napoli.

Per preparare il caffè alla napoletana serve usare la miscela giusta, la caffettiera adatta e seguire un procedimento specifico tradizionale dei napoletani.

Eppure il caffè, che oggi è uno dei simboli di Napoli e della tradizione partenopea, arriva in ritardo in città: la storia ci racconta che la bevanda fa la sua prima comparsa solo ad inizio 1600 quando già era ben conosciuta nel resto d’Europa.

Ma dal suo arrivo, il caffè a Napoli diventa culto e tradizione. Grazie alla maestria dei napoletani preparare il caffè diventa un’arte e berlo è un rito “sacro” che fa parte della vita quotidiana della gente di Napoli.

Ma la domanda più frequente è: perché a Napoli il caffè è più buono?

Uno dei segreti lo abbiamo già in parte svelato: a Napoli il caffè è il più buono al mondo perché lo sanno fare ad arte, seguendo un procedimento unico al mondo a partire dal processo di torrefazione dei chicchi.

Proprio dal tipo di torrefazione napoletana dei chicchi, si ottiene la miscela del caffè napoletano, l'”oro nero” di Napoli di qualità unica.

Basti pensare che il caffè espresso napoletano è stato proposto come patimonio dell’umanità UNESCO dalla giunta della Regione Campania.

Ma per fare un buon caffè napoletano non basta da sola la miscela del caffè. Serve anche un procedimento di preparazione e usare la caffettiera più adatta per preparare il caffè “alla napoletana”.

Per questi motivi in questo articolo ti voglio dare alcuni consigli per preparare il caffè alla napoletana a casa tua: “na tazzulella ‘e cafè” perfetto e magari buono come lo fanno a Napoli.

Consigli per preparare un Caffè alla Napoletana perfetto

Il primo consiglio che ti do, se vuoi fare un vero caffè alla napoletana, è quello di usare la caffettiera napoletana: la “Cuccumella”. Ormai il suo uso in è stato sostituito nelle case (anche dei napoletani) dalla moka, ma in commercio la puoi trovare traquillamente.

Caffè alla napoletana: la cuccumella.

Se decidi di usare la cuccumella, è preferibile scegliere una macinatura di caffè per caffettiera napoletana: puoi chiedere una miscela adatta per fare la cuccuma presso tutte le torrefazioni (quelle serie).

Il grado di macinatura di caffè per la caffettiera napoletana deve essere di grado medio. Se ne hai la possibilità, ti consiglio di acquistare caffè napoletano in chicchi e macinarlo a casa tua nella quantità che ti occorre. In questo modo non si vanno a disperdere le proprietà organolettiche del caffè.

Ricorda che più la polvere è di grana fine e più tempo ci vorrà per fare uscire il caffè: con il rischio di bruciarlo ed ottenere “‘na ciofeca“.

Nel caso di una macinatura troppo grossolana, il risultato sarà quello di ottenere un caffè troppo leggero e poco saporito: che al pari di una ciofeca risulterà una “chiavica” nella tazza.

Ci sono tante marche di caffè napoletano che puoi scegliere di usare, si va da quella classica Kimbo o Borbone fino alla più tradizionale Passalacqua.

Caffettiera Napoletana o Moka: consigli per la preparazione del caffè napoletano

Moka o Caffettiera napoletana, che differenza c’è?

La differenza è nel metodo di filtrazione: nella moka l’acqua passa attraverso il caffè per la pressione esercitata dall’aria generata dal calore, mentre nella cuccumella l’acqua passa all’interno del caffè per la forza di gravità quando la caffettiera viene capovolta.

Come preparare un buon caffè napoletano con Caffettiera Napoletana

Ecco i consigli per preparare un caffè alla napoletana all’altezza delle migliori aspettative:

  1. utilizza preferibilmente caffè per cuccumella
  2. inserire l’acqua nel serbatoio stando attento a non superare il forellino
  3. inserire il cilindro del filtro nel serbatoio dell’acqua e aggiungere la polvere di caffè senza pressarla o premere eccessivamente
  4. chiudere il filtro con la sua parte superiore e la seconda parte della caffettiera (l’altra metà)
  5. mettere la caffettiera su fuoco lento ed attendere la fuoriuscita di vapore del beccuccio: non aumentare la fiamma onde evitare di bruciare il caffè
  6. spegnere tempestivamente il fuoco alla fuoriuscita del vapore dal beccuccio e capovolgere la caffettiera
  7. prima di servire il caffè attendi qualche minuto

Tipi di Caffettiera napoletana

Ci sono tanti tipi di caffettiera napoletana che puoi scegliere di usare: in alluminio, in acciao inossidabile, in rame. Il mio consiglio per fare un vero caffè alla napoletana, come da tradizione, è quello di usare la cuccumella in rame (se ne trovano poche).

Le caffettiere napoletane hanno un prezzo differente a seconda del materiale con il quale sono costruite e del numero di tazze di caffè che permettono di fare alla volta.

La caffettiera napoletana migliore, secondo me, è la ilsa: una marca che produce macchinette sia in alluminio che in acciao e talvolta anche in rame.

Come preparare il caffè alla napoletana con la Moka

Se scegli di usare la moka per fare un caffè alla napoletana a casa tua significa che probabilmente vai di fretta o che non hai capito bene come funziona la caffettiera napoletana classica.

Ma comunque nessuno ti vieta di fare un buon caffè napoletano con la moka a casa tua, basta seguire pochi ma fondamentali consigli per ottenere un risultato all’altezza del caso.

Caffè alla napoletana: la moka.

Ma la fretta da adesso in poi mettila da parte…non esagerare!

Per prima cosa, se hai acquistato una nuova moka, ti consiglio di preparare più volte il caffè prima di utilizzarla per ottenere la bevanda finale da bere.

Ricorda soprattutto che la macchinetta del caffè non va mai lavata con saponi. Per la pulizia della macchinetta di consiglio di usare esclusivamente acqua tiepida ed uno spazzolino a setole morbide.

Sconsigliato anche pulire la macchinetta del caffè con aceto o limone: non farebbero altro che compromettere l’aroma del caffè e comprometterne il suo gusto.

Ecco tutti i consigli su come fare il caffè alla napoletana con la moka:

  1. riempire il serbatoio con acqua: ti consiglio di usare quella del rubinetto e non quella minerale, senza superare la capsula laterale
  2. aggiungere polvere di caffè all’acqua nel serbatoio, ma senza esagerare: Eduardo de Filippo diceva che serve per conferire un “primo” aroma all’acqua avvisandola che si stava preparando il caffè
  3. riempire il filtro con la miscela di caffè napoletano senza pressare, ma fare una “montagnella”
  4. mettere la moka su fuoco lento e coprire la valvola di sfogo con un “cappuccio” così da preservare l’aroma
  5. togliere la macchinetta dal fuoco poco prima che il caffè sia del tutto uscito: la parte finale di caffè deve uscire da “sola”

Alcuni Segreti per servire un Caffè alla napoletana come fanno a Napoli

Tra i segreti dei migliori caffè di Napoli c’è anche il modo di servirlo: a partire dalla scelta della tazzina fino ad arrivare agli abbinamenti che fanno si che prendere il caffè possa diventare un rito ancora più piacevole.

Caffè napoletano, bicchiere di acqua e sfogliatella fanno parte dei segreti per servire il caffè alla napoletana.

La Tazzina

Preferibilmente bianca (concesso solo il marchio del caffè al più), la tazzina deve essere calda nel rispetto della tradizionale regola delle 3 C che viene soddisfatta con l’espressione: “comm cazz coce”! (uno dei modi napoletani di dire sul caffè).

L’Acqua

Il caffè alla napoletana va sempre servito accompagnato da un bicchiere di acqua: serve per “pulire” il palato in modo da assicurare una degustazione ottimale, per assaporare appieno l’aroma della bevanda privo di contaminazioni.

La Sfogliatella

A Napoli il caffè, solitamente, si sposa benissimo con la classica sfogliatella napoletana. Proprio per questo l’acqua è utile per liberare il palato dal gusto della sfogliatella prima di sorbire il caffè.

Il Barista

Nei migliori caffè di Napoli, la differenza la fa (soprattutto) il barista che prepara il caffè. Il barista napoletano non solo è un maestro nel preparare il caffè come da tradizione napoletana, ma avrà attenzione nel servire il caffè solo dopo la consumazione del “dolce” o della sfogliatella.

Guai a Napoli a preparare il caffè prima di aver “consumato” il dolce: è sintomo di poca professionalità e rispetto verso il cliente!

About Author

Ciao sono Ugo, blogger per diletto con la passione per Wordpress e la creazione di Siti web/Blog. Amo Napoli e, da napoletano e partenopeo d.o.c, volevo rendere omaggio alla mia città con un Blog. Perché un Blog su Napoli? Perché ci sono nato e cresciuto, ma da molti anni non ci vivo: mi manca. Perché tutti, napoletani e non, hanno il diritto di conoscere Napoli: la sua storia, le bugie storiche, la cultura, il folklore. Perché tutti hanno il diritto di avere la possibilità di imparare ad amarla...

Vuoi commentare?

Translate this site »